header image
 

ho perso il mio corpo

Si ha semplicemente la sensazione di aver perso il proprio corpo, vedendo questo documentario. Per chi come me frequenta assai poco la televisione, ed in particolare la televisione "commerciale", vedere come il corpo femminile sia utilizzato nella nostra società contemporanea è assolutamente sconcertante. Probabilmente chi pigramente si abbandona frequentemente alla visione distratta della tv, non sarà così colpito come lo sono stata io, ma probabilmente lo stesso documentario, visto 2-3 anni fa, gli avrebbe fatto un certo effetto. Dalla "velinizzazione" delle donne in tv, siamo passati all’autentico spudorato utilizzo del corpo femminile come fosse una merce. Il corpo delle donne viene usato per pubblicizzare: abiti, acconciature, plastiche, riduzioni chirurgiche, lifting e botulino. Il corpo delle donne viene usato per distrarre: da tematiche culturali, politiche e contemporaneità. Il corpo delle donne viene usato per sedurre: uomini più o meno giovani, ma anche le donne stesse, conducendole ad un’emulazione spesso impossibile. Il corpo delle donne viene usato perchè, mi viene in mente, in mancanza di qualsiasi altra cosa da utilizzare. In mancanza di fantasia, arte, cultura, intelligenza, conoscenza, inventiva e sapere, si ricorre al corpo delle donne, da vendere e per vendere. In questa situazione avverto di perdere il mio corpo, e voi, come fate, tutte voi, a rimanere tranquille ed in silenzio di fronte a tutto questo? 

~ di Bianca on 17 Agosto 2009. Tagged: , , , , ,

4 Risposte to “ho perso il mio corpo”

  1. Sconvolgente perchè riassume in pochi minuti quello che ci viene proposto tutti i giorni senza soluzione di continuità..

    E alla fine siamo come tutti fruitori di una pornografia più o meno involontaria. Ma se è la commercializzazione che governa tutto, allora sarebbe meglio rifiutarsi di vedere, anche se temo che saremmo sempre la solita minoranza…

  2. Come te non riesco a staccarmi di dosso questo fastidio doloroso dell’iimagine del corpo e del suo sfruttamento. Ho vissuto nel mio viaggio estivo il contrasto tra le donne velate, coperte, pudiche e le ragazzine russe, sfacciate, in vacanza con la famiglia, che si facevano fotografare persino dai papà in pose a dir poco patinate e da modelle che sicuramente turbavano i maschi intorno. Un tanto di schifo così. Ancora più perchè sotto il beneplacito familiare. Solo io ne ero sconvolta?

    PS: bentornata…

  3. si stanno appropriando di tutto ciò che di bello c’é al mondo, distruggendolo. compreso il vostro corpo.

  4. vado a sfogarmi sul blog di gad lerner, che dedica molto spazio all’argomento.
    poi è da molto che la cosa mi rivolta e me la prendo col movimento femminista che niente ha fatto perché tutto questo non avvenisse. si è limitato a chiedere la parità dei diritti e ha ottenuto una maschilizzazione della società. prova ne sia che molte donne non solo non ci fanno caso ma stanno al gioco…